Software per l'esportazione flussi in formato CBI-SEPA

F24 Cumulativi, Bonifici, Addebiti Diretti, Mav, RiBa, Bollettini Freccia

Importazione flussi in formato CBI - Rendicontazione

con esportazione verso Excel

Servizi di consulenza nell'ambito CBI-SEPA

Soluzioni software personalizzate per il remote banking

Da Excel...in un Click!

Esportare un flusso di RiBa, MAv, Bonifici, Addebiti Diretti (RID), Bollettini Freccia ed F24 in pochi semplici passi

L’inserimento manuale di molteplici disposizioni relative ai pagamenti SEPA (Bonifici SEPA Credit Transfer), Bollettini Freccia, F24 o incassi SEPA-CBI (SEPA Direct Debit, MAV, RiBa) è un’operazione dispendiosa in termini di tempo e può portare all’introduzione di errori. Come ridurre i tempi ed evitare gli errori? Excel è utilizzato normalmente per gestire gli elenchi dei beneficiari, dei debitori etc. Spesso la creazione della distinta di Bonifici/SCT, MAV, RiBa, RID/SDD, F24, Bollettini Freccia è effettuata manualmente tramite il sito della propria banca ricopiando i dati presenti nel file Excel o da altro gestionale. Il nostro tool consente di importare i dati direttamente dal file Excel (o da altri formati) ed esportarli nel rispettivo flusso CBI o SEPA che sarà poi importato mediante il sito di banking aziendale.

CbiXtractor supporta i principali formati di esportazione: F24 (Cumulativi anche per Intermediari), Bonifici SEPA, Addebiti diretti SEPA, Mav, RiBa e Bonifici extra area SEPA.

CbiXtractor 3.0 non prevede alcun limite mensile o annuale sul numero di distinte da inviare. Il numero di conti correnti ed aziende supportate è illimitato ed è possibile effettuare addebiti SDD CORE e B2B.

more

News

Cos'è un bonifico SEPA?

Prima dell'introduzione dell'Euro era possible effettuare due tipi di bonifici: italia ed esteri. Con l'introduzione dell'Euro è nata la necessità di unificare le modalità dei pagamenti. Per rispondere a questa esigenza è stata creata la SEPA (Single Euro Payments Area) che tradotto in italiano è l’Area Unica dei Pagamenti in Euro. Alla SEPA hanno aderito 34 paesi europei ( clicca qui per l'elenco) e pertanto è possibile eseguire un bonifico verso uno qualsiasi degli stati dell'area SEPA come se fosse un normale bonifico italiano. L'unica differenza è rappresentata dal fatto che per i bonifici SEPA non italiani è necessario il Codice BIC (Bank Identifier Code). Nel caso in cui il bonifico è destinato ad un paese che non aderisce all'area SEPA va trattato come bonifico Estero. Il nostro programma CbiXtractor 3.0 consente di generare flussi di bonifici sia SEPA sia esteri.

Sigla TRN

Il TRN identifica in maniera univoca il bonifico e la relativa transazione. Esso è quivalente al CRO dei bonifici ordinari e tipicamente è descritto sulla nota di eseguito dell'operazione stessa.

Bonifico Parlante

Il Bonifico Parlante, eseguibile sia in banca sia alle Poste, è un particolare tipo di bonifico che richiede l’inserimento di dati specifici e una causale particolare.

Tempo esecuzione Bonifico SEPA

Il Bonifico SCT – SEPA prevede un tempo massimo per l’esecuzione (accredito del beneficiario) pari a 2 giorni lavorativi successivi alla data di ricezione dell’ordine se cartaceo e 1 giorno lavorativo successivo alla data di ricezione per le esecuzioni via web.

Cosa sono i Bonifici Urgenti?

Un bonifico urgente rappresenta un bonifico da addebitare su conto corrente in essere presso la propria banca e destinato a banche del territorio nazionale (IBAN beneficiario che inizia con IT) che sarà inoltrato “in giornata” alla banca del beneficiario. Per questo è necessario che tale pagamento siano contraddistinto dalla tipologia URGENTE. A differenza del passato, non è più l’importo (maggiore di 500.000 Euro) che determina automaticamente l’urgenza del pagamento, ma è necessario che la caratteristica di urgenza sia indicata nel momento della creazione della distinta stessa. In mancanza del flag URGENTE il bonifico viene lavorato, come sempre, il giorno lavorativo successivo, indipendentemente dall’importo da trasferire. CbiXtractor 3.0 consente di esportare un flusso di Bonifici anche della tipologia URGENTE. Clicca qui se desideri provare la versione demo del programma CbiXtractor 3.0.

Come creare un file xml per bonifici?

Il nuovo standard CBI per i bonifici prevede la creazione di flussi in formato xml che rispettano il nuovo standard SEPA e sostituiscono il vecchio formato CBI per bonifici. Il file generato è basato sul foglio di stile CBIBdyPaymentRequest.00.04.00.xsd. Clicca qui se desideri provare la versione demo del programma CbiXtractor 3.0 che consente di esportare un file Excel in un file xml per bonifici. Clicca qui se desideri verificare la correttezza formale di un file xml di bonifici.

Addebito Cumulativo

Nella versione 2.0.1.9 del programma CbiXtractor è stato introdotto il parametro Addebito Cumulativo che consente l’addebito in un unico movimento contabile di tutti i bonifici della distinta. Ad esempio la distinta relativa agli stipendi può essere in tal modo addebitata per il totale dei singoli bonifici. Si fa presente che “In mancanza di specifici accordi bilaterali relativamente all'utilizzo di tale campo, l’eventuale valorizzazione da parte del cliente non obbliga la banca di addebito ad applicare il booking richiesto.

Codice SIA

Il codice SIA identifica l'azienda che vuole scambiare flussi dispositivi, informativi con le proprie banche tesoriere nel rispetto delle regole del servizio CBI. E' composto da una lettera e 4 numeri, come ad esempio: T1234.Per ottenere il codice SIA è necessario recarsi presso la propria banca e sottoscrivere il contratto di Corporate Banking Interbancario (CBI). Successivamente al richiedente sarà consegnata una busta contenente il codice utente e la password. Infine, sarà comunicato il codice SIA, univoco per ogni azienda.

Creditor ID

Un creditore che appartiene all'area SEPA può utilizzare un codice univoco denominato Creditor Identifier o Codice Identificativo del Creditore. Mediante tale codice il creditore è univocamente identificato nell'area SEPA. Esso deve essere obbligatoriamente presente in qualsiasi flusso relativo a SEPA Direct Debit (nuovi RID). Il Creditor Identifier pu o&grave essere calcolato utilizzando gratuitamente il nostro servizio.

Codice CUC

Il Codice Univoco CBI (CUC) è un codice composto da 8 caratteri che viene assegnato dal sistema bancario. E'del tipo 1245567C. Pur differendo dal codice SIA è formalmente legato ad esso e si consiglia di scriverlo sempre utilizzando caratteri maiuscoli. Può essere richiesto alla propria banca fornendo il vecchio codice SIA.

Identificativo Mandato

L'Identificativo Mandato è un codice univoco presente sul mandato assegnato dal creditore ed è composto da 35 caratteri.

Caratteri ammessi all'interno di un flusso SEPA

Lo standard SEPA supporta solo i seguenti caratteri:

  • lettere dell’alfabeto latino maiuscole (A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z)
  • o minuscole (a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z)
  • cifre arabe (0 1 2 3 4 5 6 7 8 9)
  • altri caratteri (/ - ? : ( ) . , ' +)
  • “Spazio”